Ultimo giorno di questo che ormai ricordiamo già come il “vecchio” anno. È tempo di bilanci e di nuovi propositi. Ognuno di noi affronta la fine e l’inizio con qualche rituale che sia di buon auspicio per l’avvenire, sperando che sia migliore di quello appena passato.
Come ogni anno vissuto, ha portato gioie e dolori, parti fondanti di una vita vera. Le salite sono necessarie per vedere nuovi orizzonti.
È tempo di domande… spudorate e ingombranti:
Sono felice?
Mi sto muovendo per la mia felicità?
Sto donando amore?
Sto vivendo la vita che desidero per me?
Sono davvero me stesso?
Ebbene è su queste domande che possiamo cambiare la direzione del nuovo anno. Obiettivi chiari e luce puntata su di essi senza mai permettere a niente e nessuno di spostarla. Come il capitano di una nave in burrasca tiene stretto il timone, così noi dobbiamo essere i capitani del nostro anno.
Il pensiero crea e l’azione concretizza.


Non lasciamoci ingannare dalle frasi fatte: “tanto anche quest’anno non cambierà niente”, “non posso fare nulla per cambiare la mia vita”. Ci sono sempre delle scelte da fare direzionate alla nostra felicità, ma bisogna avere il coraggio di scegliere.
L’augurio, ad ognuno di voi, è proprio quello: avere il coraggio di scegliere. Lasciarvi guidare dalla gioia e affrontare tutto con forza.
“COR-AGGIO= RICHIAMA AL CUORE. Deriva dal latino “cor habeo”, che vuol dire avere cuore, agire con il cuore. Il coraggio quindi è quella forza d’animo che ci viene quando facciamo le cose a cui davvero teniamo. Quella “forza segreta” che ci fa affrontare le paure e i pericoli.”
Ricercare la propria felicità permette di essere non solo protagonisti attivi della propria vita, ma anche di ispirazione per gli altri.
Che sia un anno di piccole grandi scelte, libere e gioiose, che puntino dritto alla propria serenità.


Vi lascio qualche rito/esercizio che potrete utilizzare per cercare di comprendere dove puntare la rotta, per salutare il 2023 e accogliere l’energia del 2024! 


101 desideri di Igor Sibaldi  https://www.youtube.com/watch?v=oW1EkLxzNu0

Visual board: consiste nella stesura su foglio di immagini o scritte che rappresentano i propri desideri, i propri sogni, abbellita con decorazioni a piacere, va posizionata in un luogo della casa dove possa essere vista ogni giorno. Questo permetterà alla persona di focalizzarsi sui suoi reali obiettivi e desideri, senza perderli mai di vista nella frenesia della quotidianità. 

Barattolo della felicità: Scrivere ogni giorno un’episodio, una frase, un gesto che ci ha reso felici ed inserirlo nel barattolo. Permetterà di focalizzarsi su ciò che di bello ogni giorno la vita ci offre, facendo caso alle piccole gioie quotidiane. 

Obiettivo e moneta: Quando si è indecisi su due scelte, si dice spesso : “Lancia una moneta”, intendendo che la moneta sceglierà per noi. In questo caso invece concentriamoci sulla speranza. Quale lato della moneta stiamo sperando che esca? Ecco la nostra scelta. 

Rito della candela: Il 31/12 Accendete una candela, possibilmente bianca, ringraziate per tutto ciò che avete ottenuto durante l’anno e investite di luce gli obiettivi del nuovo inizio. Mettendola in sicurezza, lasciatela rischiarare tutta la notte. 

Lasciamo andare: Scriviamo su dei foglietti ciò che vogliamo lasciare andare del 2023. Inseriamo il tutto in una pentola di terracotta. Bruciamo tutto ciò che abbiamo scritto e buttiamo le ceneri in un corso d’acqua. 

La scelta del destino: Scriviamo 12 obiettivi per il nuovo anno su dei foglietti ed inseriamoli in un barattolo. Dal 1 gennaio, ogni giorno, togliamone uno pescandolo dal barattolo. Quando ne resterà uno solo, quello sarà il nostro obiettivo primario per l’anno. 

 

Ad ognuno la sua scelta… e se avete altri rituali scrivetemi per condividerli! 

Fine. Puoi leggerlo in italiano o in inglese. 😉   (cit. dal web)

Manuela Griso 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *